di Maestra Rosalba

martedì 12 maggio 2009

Idee per la festa di fine anno scolastico

La festa di fine anno si sa è un momento atteso da alunni, dai genitori e temuto dagli insegnanti, perchè richiede sempre un dispendio di tempo ed energie non indifferente. Intanto occorrerebbe prevederla all'inizio dell'anno e quindi dedicarci alcuni momenti per progettarla e organizzarla in maniera da non dover ridursi all'ultimo momento.
E' bene premettere che le feste di fine anno possono essere di varie tipologie. Io da anni ho deciso di evitare le feste tradizionali, con recite che coinvolgono pochi bambini protagonisti, prediligendo la formula "dell'incontro con le famiglie" per salutare sia gli alunni che vanno via (quando insegnavo alla scuola dell'Infanzia) sia per dirci arrivederci al prossimo anno. Sono tanti i modi possibili per organizzarla, facendo partecipi tutti i bambini e trasformandolo in modo che sia un momento di allegria per stare insieme e non un momento in cui la scaletta delle attività diventa la protagonista. I protagonisti devono restare gli alunni, pertanto un buona festa non durerà più di un ora, ora e trenta di attività il resto sarà dedicato al rinfresco.

Quali contenuti e cosa fare?

- Una carrellata di canti e poesie che ricordino i diversi momenti dell'anno, se gli alunni hanno appreso a suonare uno strumento musicale, unire le tre cose dividendole, fra canti brani musicali e poesie.
- Consegnare i diplomi agli alunni di scuola Infanzia e scuola Primaria che vanno via e cantare assieme dei canti di saluto.

- Fare preparare dei testi collettivi e farli leggere agli alunni, alternandoli ai canti e alle poesie.

- Organizzare dei giochi all'aperto assieme ai genitori, ad esempio i giochi appresi in palestra ripetuti sfidando i genitori (questo l'ho fatto ed è stato un divertimento unico per tutti).

- Organizzare una presentazione di foto scattate durante le attività di tutto l'anno, da guardare con base musicale, senza commentare godendosi le facce dei genitori che vedono i loro bambini all'opera.

- Una serata/mattinata di pittura "Via libera alla fantasia" su grandi fogli dipingere a gruppi di genitori e alunni, per grandi tematiche "Acqua" "Aria" "Terra" "Fuoco" oppure "L'ambiente: idee per salvarlo".

- Organizzare una mostra dei lavori degli alunni, sia di quelli di tutto l'anno sia di progetti particolari.

- Far preparare ai genitori (quelli volontari perchè non sempre si prestano a mettersi in gioco) una sorta di "lezione magistrale" su un tema importante per la scuola: l'amicizia, l'inquinamento ecc. Naturalmente farlo a misura di bambino.

- Organizzare, se si possiede lo spazio e non si è in tantissimi, una serata di danze etniche.

Per il biglietto di invito niente paura, piegate un foglio colorato e fatelo fare a piacere ai bambini, se scrivono possono fare direttamente loro, altrimenti su word scrivete voi il luogo, il giorno, l'ora e sintenticamente il titolo della vostra festa.
Queste sono alcune delle possibilità per organizzare un incontro di fine anno. Io da anni oramai unisco le attività dei progetti, sia in orario curricolare che extracurricolare, per non dover preparare cose differenti e colgo l'occasione per presentare ai genitori le attività prodotte. E' anche una sorta di documentazione per le famiglie del lavoro svolto, che non deve apparire solo dal quaderno ma anche da momenti di condivisione. La formula delle feste di un tempo è ormai superata. Non è carino vedere alunni protagonisti e figure di secondo ordine. Meglio fare delle attività collettive, se sono attività giocate è ancora meglio.


Articoli correlati per categorie


0 riflessioni:

 

Leggo anche...

Lettori fissi

Chi sono

Le mie foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2012 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Disclaimer e Licenze