di Maestra Rosalba

giovedì 25 settembre 2014

Festa dei nonni 2014: attività didattica, l'albero della vita

Nell'imminenza della festa dei nonni il prossimo 2 ottobre, propongo quest'attività che ho chiamato "l'albero della vita". E' ovvio, ma non scontato, che nella vita di ogni nostro alunno ci sono i nonni: a volte molto presenti, altre volte lontani per i più svariati motivi. Per non ferire la sensibilità dei bambini, faremo riferimento alla figura del nonno e/o della nonna più presente nella loro vita, parleremo di quelli lontani e di quelli che non sono nonni geneticamente ma lo sono perché presenti nella quotidianità. Un modo, il nostro, per parlare di anzianità, di rispetto per le diversità dovuta all'età, agli acciacchi e perfino alle malattie, ma anche della grande risorsa che rappresentano oggi i nonni in seno alla famiglia moderna, spesso attivi si occupano della prole quando i genitori sono a lavoro. Un impegno mai abbastanza apprezzato e che va ricordato anche ai nostri alunni, spesso abituati a dare per scontate alcune cose e a pensare che il mondo sia a loro servizio. Quindi con gli alunni facciamo proprio questa riflessione, una persona che ha lavorato che si è conquistata il diritto al riposo, impegna volentieri il proprio tempo a beneficio nostro.

Qui il file per l'attività, L'ALBERO DELLA VITA, attività che si può illustrare con la Lim, i bambini possono in questo caso disegnare sul quaderno riproducendo la mappa, ai bambini più piccoli si può fornire lo schema. L'attività è adatta per tutte le classi della primaria.


Continua a leggere...

lunedì 22 settembre 2014

Cartelli indicatori per i bagni, da colorare

In una scuola a misura di bambino anche la segnaletica, come già c'insegna l'organizzazione della scuola dell'Infanzia, deve essere fatta affinché sia immediatamente visibile e piacevole alla vista.  Possiamo quindi predisporre un'attività, nell'ambito di arte immagine, ma anche di Cittadinanza e Costituzione per migliorare la qualità degli spazi scolastici con cartelloni realizzati dai bambini se sanno disegnare oppure semplicemente colorati, si può scegliere di usare i colori convenzionali: il rosa per indicare le bambine e il celeste per i maschi, oppure usare a piacere colori brillanti per ravvivare i nostri ambienti. 
Ecco allora i cartelloni da colorare, indicatori per i bagni dei bambini e delle bambine della scuola infanzia, per le scolare e gli scolare della scuola primaria, e quelli degli insegnanti.
Non serve dire ai bambini che gli spazi devono essere rispettati, è più utile farli partecipi delle attività di cura e predisposizione, in modo che sentano come propri gli spazi personali e comuni.
Per realizzare i cartelli ho usato i disegni di www.infanziaweb.it e www.tuttodisegni.com


- CARTELLO BAGNI BAMBINE SCUOLA DELL'INFANZIA
- CARTELLO BAGNI BAMBINI SCUOLA DELL'INFANZIA
- CARTELLO BAGNI INSEGNANTI
- CARTELLO ALUNNE SCUOLA PRIMARIA
- CARTELLO ALUNNI SCUOLA PRIMARIA

Continua a leggere...

giovedì 18 settembre 2014

La check list da stampare e plastificare per imparare a organizzare lo zaino

Quest'anno anziché discorsi su cosa fare e patti che poi non vengono rispettati,  ho deciso di fornire strumenti operativi.  Per ora sono strumenti "pronti", con la speranza che fra qualche tempo saranno gli alunni stessi a predisporli. Per esempio la preparazione dello zaino, non può essere un'attività occasionale che si fa quando capita, essa va pianificata e curata fino a diventare una abitudine autonoma e consolidata. Una buona abitudine in realtà. Nel file che ho predisposto c'è lo spazio per l'orario e la scansione delle cose da fare. Si può appendere in camera o dove il bambino prepara lo zaino.
Si tratta di file word che si possono adattare, vanno complati con l'orario della classe, forniti a ciascun alunno che li colorerà e che potrà utilizzarlo con l'iniziale collaborazione degli adulti.

Promemoria preparazione orario scuola Tempo Normale bambina

Promemoria preparazione orario scuola Tempo Normale bambino

Promemoria preparazione orario scuola Tempo Pieno bambina

Promemoria preparazione orario scuola Tempo Pieno bambino

Per qualsiasi difficoltà una segnalazione e cercherò una soluzione.
Continua a leggere...

martedì 16 settembre 2014

Ritratti e richieste

"Maestra vuoi diventare amica del mio cuore" "Noi siamo più che amiche del cuore, siamo una
maestra con la sua dolce alunna, ora prova a riprendere a disegnare".
Mi fermo a dire solo due parole, intanto spero di aver risposto bene, perché spero che nella risposta ci sia la stessa fiducia riposta dentro la domanda. Poi vorrei fissare questo momento solo con una considerazione, che quello che in tanti chiamano un lavoro di cuore, non è per nulla di cuore, quel dialogo sopra è tutto fuorché sdolcinatezza e affetto.
Quel dialogo è una richiesta di presenza, di sicurezza, di certezza e quando un bambino chiede così, si può rispondere solo con la presenza, con l'esserci mente e corpo, chiedendo nello stesso modo. Abbiamo scritto tanto volte che ai bambini occorre dare, oggi ho la certezza che non è solo così, a loro se li si ama veramente occorre chiedere.

Dedicato ai miei alunni.
Continua a leggere...

domenica 14 settembre 2014

Le copertine utili per i quaderni della scuola Primaria

Cosa è una copertina utile? E' una copertina che oltre a svuolgere il ruolo di indicare la materia e il proprietario del quaderno, serve da promemoria, ad esempio ricorda quali sono le regole di comportamento durante le attività, oppure ricorda le cose importanti da fare. 
Mettere la copertina ai nostri quaderni non è solo un abbellimento e un modo per tenere ordinati i quaderni ma a questo punto diventa un vero e proprio momento didattico: occasione per ricordare i comportamente da tenere in aula, ma anche cosa bisogna fare per trarre il miglior profitto dalle attività scolastiche.
Una novità è costituita dalla copertina del quaderno dei compiti a casa. Lo scorso anno per evitare il via vai dei quaderni e per non appesantire lo zaino dei bimbi di prima ho fatto adottare un quaderno unico d'italiano da tenere sempre a scuola e portare a casa quando terminato e un quaderno esclusivamente per i compiti a casa che vistavo, compatibilmente con le attività all'arrivo a scuola. Ho potuto così comodamente portarmi via il quaderno dei compiti di scuola a casa per le correzioni che non facevo in tempo a fare, ma di solito sono riuscita quasi sempre a operare le correzioni insieme ai bambini. E' stato molto funzionale e come risultato abbiamo ottenuto di avere meno ansia da prestazione un po' per tutti, me compresa.
Ecco qui i link delle copertine che ho elaborato per la classe e che rendo disponibili per tutti i colleghi che vorranno sperimentarne l'uso. I disegni sono per gentile concessione di Midisegni che li rilascia a esclusivo uso didattico, e io faccio altrettanto, le copertine sono gratuite e per esclusivo uso didattico, per la condivisione occorre citare la fonte dei disegni. Le immagini di Qui Quo Qua le ho trovate in talmente tanti siti che non saprei chi indicare, se dovesse farsi vivo l'autore sarei ben felice di linkare l'attribuzione.
Farete cosa gradita nel segnalare sviste, svarioni e link malfunzionanti.

COPERTINA COMPITI PER CASA
COPERTINA ITALIANO
COPERTINA MATEMATICA
COPERTINA STORIA
COPERTINA GEOGRAFIA
COPERTINA SCIENZE
COPERTINA MUSICA

Continua a leggere...

sabato 13 settembre 2014

Back to school: giochiamo al Paroliere con la Lim

Se possedete una LiM il gioco è fatto, se invece ancora la tecnologia non ha raggiunto le vostre lande, la cara vecchia fotocopia risolverà consentendo ai vostri alunni di quarta e quinta, di passare qualche ora allegra, ma sempre all'insegna dell'imparare. 
Nei file linkati più sotto troverete il classico gioco del Paroliere, le regole le conoscete tutti? Se no, gli amici di Wikipedia ce lo spiegano qui
Aprite il file pdf con la LiM in modalità sovrascrittura o "note", il quadrato con le lettere e il valore di ogni parola sarà visibile a tutti. Spiegate le regole del gioco e concedete un tempo massimo per la ricerca delle parole, impostando sullo smartphone il cronometro o usando il caro vecchio orologio. Le parole trovate verranno scritte sul quaderno, ovviamente chi utilizza la fotocopia troverà anche le righe per scrivere tutte le parole trovate, terminato il tempo gli alunni potranno calcolare il loro punteggio facendo la somma,  il divertimento sarà scoprire le parole inesistenti, chiarire le controversie.
L'attività può proseguire utilizzando le parole trovate per un testo, trovare il significato di tutte le parole, scoprire quante iniziano per B, quante per C e via dicendo, quindi proseguendo con il calcolo e perfino, per gli alunni di quinta fare la percentuale rappresentando con un grafico a torta.
Con una sola attività farete italiano e matematica, che nell'economia delle nostre scuole oggi, non è certamente poco.  In questo link un paroliere on line.

PAROLIERE
PAROLIERE1
PAROLIERE2

Buon divertimento!

Scopo del gioco
Trovare nell'arco del tempo di gioco il maggior numero di parole nella griglia delle lettere.
Regole
Nel cercare le parole si può partire da una qualsiasi lettera sulla griglia e proseguire con un movimento di un solo passo in una qualunque direzione, verticalmente, orizzontalmente e diagonalmente. Non si possono effettuare salti, nè utilizzare 2 volte la stessa lettera.
Parole che si possono trovare: verbi coniugati in tutte le forme, sostantivi, aggettivi e pronomi, avverbi e preposizioni.
Continua a leggere...

giovedì 11 settembre 2014

A proposito di coding, niente panico

"Coding e pensiero computazionale nella primaria", lo avete già dimenticato? E' una delle novità previste nel rapporto La buona scuola di qualche giorno addietro. Va detto che per alcuni docenti della Primaria non si tratta di una novità, in tantissimi usano già, ad esempio, Scratch, pensato per introdurre i bambini ai linguaggi di programmazione. Sapendone poco e niente su twitter mi sono espressa così:

e mi hanno risposto così:

segnalando la pagina di Programma il futuro che pian piano si riempirà di contenuti interattivi e non e che potranno essere utilizzati da insegnanti di qualsiasi materia.

Poi è arrivato Juhan di Ok, panico che "non è un informatico ma un vecchio ing. civile che si è sempre occupato di informatica" ma che lasciandosi trasportare dalla passione ha immediatamente prodotto una sorta di miniguida in cinque post (per ora, ma ne aspetto degli altri) per coloro che volessero sperimentare il coding attraverso l'utilizzo di Python il quale è un linguaggio di programmazione dinamico, ma cosa più importante a sentire Juhan è soprattutto facile e adatto all'utilizzo anche con i bambini.
Allora eccoli questi i cinque post in ordine di apparizione:

Programmazione nella scuola Primaria - 1
Programmazione nella scuola Primaria - 2
Programmazione nella scuola Primaria - 3
Programmazione nella scuola Primaria - 4
Programmazione nella scuola Primaria - 5

All'interno dei post trovate anche altri link compreso uno all'interessante blog di Maestra LiMda  (Rosalinda Ierardi) zeppo di interessanti suggerimenti per le classi 2.0.


Continua a leggere...

mercoledì 10 settembre 2014

Attività per il primo giorno di scuola - Back to school: Un muro colorato per la classe

Pronti? Via! Si riparte.
La mia idea è di ricominciare un po' giocando e un po' sul serio. Con 24 alunni di seconda che sono sicura stanno già aspettando di tornare in aula, ma so che non sono i soli, c'è poco tempo da perdere, per non rinunciare a un minimo di giocosità e nel contempo iniziare a vedere cosa ricordano ho pensato che sarebbe bello costruire un muro dove inserire i messaggi, i pensieri di benvenuto.
Abbiamo grandi e spaziose pareti nell'andito, un po' le riempiamo, altre volte restano vuote, perchè  rendere accogliente gli spazi richiede investimenti di tempo che non sempre sono possibili. Lo scorso anno già il primo giorno avevamo abbellito la porta d'ingresso con i ritratti personali realizzati il primo giorno di scuola, attività che permette subito di rendersi conto del livello di espressione grafica posseduto dai bambini, i dettagli, i particolari del volto, la completezza, la sicurezza del tratto, le modalità d'impugnatura della matita e dei colori, sono indicatori che vanno osservati e se possibile tenuti a mente già dai primi giorni. Un bambino che impugna grossolanamente la matita ha una prensione poco raffinata e ancora  inadatta alla scrittura delle prime lettere, necessiterà quindi di esercizio.
Se i vostri alunni si accingono a frequentare la seconda, come i mei, o la terza, sarete senz'altro curiosi di vedere cosa ricordano e se li avete lasciati sicuri utilizzatori dello stampato e perfino del corsivo, ci terrete a sapere se alcuni ancora attaccano le parole, se si ricordano come cominciare, se metteranno qualche virgola, se si ricorderanno la maiuscola all'inizio, il punto alla fine e se useranno la è, si ricorderanno l'accento? Dettagli che sembrano banali per l'occhio inesperto, ma per l'insegnante sono il suggerimento per la ripartenza già a una prima di osservazione.
I bambini i primi giorni arrivano carichi di aspettativa e voglia di fare: si tratta di un potenziale che va sfruttato per poi rallentare quando arriva la prima ondata di stanchezza o in prossimità delle festività, quando  si lasciano distrarre facilmente dall'arrivo del primo periodo di riposo.

La preparazione del muro su cui affiggere le osservazioni del primo giorno di rientro a scuola, sarà eseguita direttamente dai bambini, ecco perché l'attività non si limiterà alla pure esecuzione ma al fare insieme una cosa che appartiene a tutti. Un muro colorato per la classe:  in seguito potrà contenere e sviluppare  una storia con testi e disegni, raccontare un evento importante cui partecipa la classe, ma anche le riflessioni in seguito a una discussione, un diverbio... Un muro è come una grande quaderno, solo che si può riempire delle parole, le riflessioni, i desideri di tutta una classe.
Buon anno scolastico a: bambini, genitori, maestre e maestri e a tutti.

Continua a leggere...
 

Lettori fissi

Chi sono

Le mie foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2012 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Disclaimer e Licenze