di Maestra Rosalba

sabato 26 settembre 2009

Puntuali arrivano i pidocchi nelle scuole: che fare

Puntuale come il mal di pancia anche quest'anno arriva l'allarme pidocchi: per la gioia delle case farmaceutiche  e la disperazione delle famiglie. Se cerchiamo su internet è pieno di consigli e modi per evitare di prendere i pidocchi e altri per rimuoverli una volta che si sono insediati nelle nostre teste.
Ribadito che il pidocchio si accomoda nella cute secca e pulita più che nelle pelli sporche, è chiaro che i bambini rimangono più esposti verso il contagio.
I pidocchi non portano malattie solo un fastioso prurito e giustamente sono molto democratici non fanno distinzione di sesso, razza o etnia nello scegliersi l'abitazione.
Fra le famiglie è un contagiarsi di panico, con la paura sempre sotterranea di essere additati come untori del momento. Eppure sono ormai quaranta anni che i pidocchi frequentano le nostre teste in maniera ciclica.
Qualche semplice consiglio si può reperire in rete, alcuni sono rimedi naturali e tra questi ho trovato interessanti i rimedi di filastrocche.it, su itremerli.net trovate un vademecum completo per il trattamento il cui costo corrisponde ad un flacone di balsamo per capelli.
Anche le maestre prendono i pidocchi, quelle di scuola Infanzia e del Nido  sono le più esposte, in quanto prendono in braccio i bambini. Fu così che li presi io circa dodici anni fa. Me ne liberai con un solo shampo riflessante, quelli che devi tenere in posa circa mezz'ora. Spesa totale quattro euro circa di oggi.
Se i vostri figli prendono i pidocchi io vi suggerisco di fare loro uno shampoo riflessante (non la tinta) del colore dei capelli del bambino. Per la prevenzione sono efficaci gli impacchi con  acqua e aceto (dieci parti acqua e due di aceto) o alcune gocce di lavanda (essenza da acquistarsi in erboristeria non profumo alla lavanda)sulla fronte e sulla nuca, è molto meglio della prevenzione con le lozioni che se non amazzano i pidocchi amazzano tutti con quell'odore tremendo (chi è allergico ai profumi come lo sono io rischia di passare qualche giorno a letto con la nausea!).
Per il resto niente panico solo un pò di attenzione in più per evitare il fastidioso prurito.

Image of Courtesy Focus


Articoli correlati per categorie


12 riflessioni:

Scarabocchio il 26 settembre 2009 18:37 ha detto...

Oramai c'ho fatto il callo: già al terzo giorno di scuola arriva 'sta famosa circolare con l'allarme pidocchi!

Con Martina glissavo la tensione dell'appestamento legandole sempre i capelli in maniera maniacale: delle pettinature così astruse che nessun pidocchio avrebbe mai avuto l'ardire di incamminarsi verso quei labirinti senza uscita!
Dovevo però sorbirmi, tutte le sante mattine, la stessa domanda ad effetto: "ma te fai la parrucchiera?"
^^

Con Alessandro invece il problema è davvero critico: l'ho sempre "tosato" in casa con l'apposita macchinetta e con le guide al numero 6 (in inverno) e 3 (in estate): dallo scorso inverno, il pargolo ha optato per un hairlook decisamente a favore dell'insediamento dei pidocchi!
Ora ha in testa ha una "scarola riccia" stupenda, morbida, boccolosa, davvero invidiabile, ma che è per me sinonimo di terrore!
Tutte le mattine gli spruzzo una robina non esageratamente odorosa che per il momento mi aiuta a "tener testa" a questa noiosa epidemia!
Se mai dovesse succedere un contagio, come farò col "bimbo scarola"???
Finora vedevo con terrore l'unica soluzione possibile: la tosatura!
Ma ora che sò di questa cosa dello shampoo sono davvero più rilassata e tranquilla!

G R A Z I E E E E E E E E ! ! !

stella il 26 settembre 2009 18:44 ha detto...

Vedo che nulla è cambiato...nella scuola per ora.
Buona domenica Rosalba.

Rosalba il 26 settembre 2009 19:21 ha detto...

Lo shampoo colorante è una soluzione fantastica, con i bambini basta non fargli i riflessi rossi e tutto è apposto :D :D
A parte gli scherzi è sufficente usare tono su tono e i ricci di Ale resteranno al loro posto!
Io lo consiglio a tutti ed è più efficace di tanti prodotti.
Baci baci

Rosalba il 26 settembre 2009 19:22 ha detto...

Stella l'informatica si evolve, l'uomo andrà su Marte, forse anche al centro della terra, ma la scuola avrà sempre gli stessi problemi mi sa...
Buon Domenica anche a te Stella.

Scarabocchio il 26 settembre 2009 21:57 ha detto...

AAAAAAAH no no, niente riflessi rossi: quello già è abbastanza friccicarello adesso, figurati in versione pel di carota!
:D :D :D

rosy il 26 settembre 2009 22:30 ha detto...

Rosalba, anche io son sicura che con tutta la nostra tecnologia, l'uomo resterà sempre uguale.

I pidocchi sono la croce di tutti i genitori quando i bambini vanno a scuola.
Una domanda, voi insegnanti come vi proteggete?
Una domanda che sempre volevo fare.. si parla di pidocchi e di bambini...la scuola non è fatta solo di bambini.

Scusa questa mia domanda curiosa.
Buona settimana bacio.

stella il 27 settembre 2009 08:48 ha detto...

Io una volta li ho presi...
Precauzione?
Praticamente nulla, Rosy.

Rosalba il 27 settembre 2009 08:58 ha detto...

@Scarabocchio
In una classe ci vuole il bambino friccicarello, senno sarebe un mortorio :D

@rosy
Non c'è possibilità di proteggersi del tutto se non usando quei velenosi prodotti di cui dicevo. Per fortuna la maggior parte di noi, a prescindere dall'età, colora in qualche modo i capelli e questo ci mette al riparo dal portare a spasso i pidocchi per un anno intero. Per il resto un buon lavaggio con acqua e aceto è già una buona prevenzione.

@stella
si alla fine prenderli non è la fine del mondo. Ci sono problemi più seri a scuola rispetto al problema dei pidocchi...

bondearte il 27 settembre 2009 15:32 ha detto...

Rosy mia cara amica
Professore, si sa: il pidocchio parla diverse lingue e comprendere più lingue perché si viaggia per il mondo
Recenti studi dimostrano che i pidocchi , perché vivono nei capelli degli esseri umani, hanno cominciato a pensare come gli stessi esseri umani.
Professora Rosy, questa sarà la fine della Pidocchio en sul pianeta Terra ,povero pidocchio , Che fine più tragica:))))))
Ciao
Buona Domenica
Ciao
Bacione a te

PS:Rosy, non si può schiacciare con le dita,Questo va contro i diritti universali dei pidocchi

Rosalba il 27 settembre 2009 15:50 ha detto...

Caro Paulo non hai idea come sto ridendo :-D :-D
Fondiamo la "Lega per la difesa del pidocchio poliglotta"
Art. 1
E' severamente vietato schiacciare i pidocchi con le dita.

Chi suggerisce altri articoli?

Un abbraccio e un bacio caro Paulo ^__^

bondearte il 27 settembre 2009 21:56 ha detto...

Cara Rosy, ,Mi ha fatto molto piacere che ti è piaciuto :))))
abbiamo inventato il AMDP (Associazione mondiale dei diritti dei pidocchi)

PS:Cosa ne pensi di questi due diritti?


ARTICOLO II
Qualsiasi pidocchi ha il diritto di essere in classe senza essere perseguiti;

ARTICOLO III
Garantire il diritto di andare e venire senza persecuzioni , livremente

Mi auguro di approvare i due elementi, per il bene dei pidocchi: D
Bacione

Rosalba il 28 settembre 2009 07:33 ha detto...

Caro Paulo ho approvato di due nuovi diritti dell'AMPD :D :D

Credo che sia l'unico modi di parlare dei pidocchi, ci sono problemi ben più gravi nel modo come hai "dipinto" molto bene te nel tuo blog.
Un bacione e buona settimana

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie