di Maestra Rosalba

domenica 2 maggio 2010

Le ultime immagini del disastro nel Golfo del Messico: la chiazza alla foce del Mississipi

Ecco le ultimissime immagini risalenti a ieri, della spaventosa chiazza di petrolio nel Golfo del Messico, ormai in prossimità del delta  del Mississipi. Sul sito Earth Observatory della NASA, è possibile vedere le immagini a colori naturali per rendersi conto di quale spaventosa tragedia si stia consumando in quella zona del pianeta. Nel Golfo del Messico si orgina la corrente del Golfo che influenza mitigandolo,  il clima di paesi Europei come Portogallo, Spagna, Francia,  ancora di più Irlanda e Gran Bretagna e perfino Scandinavia, che si affacciano sull'oceano Atlantico, come non pensare quindi che la marea di petrolio non possa condizionare l'origine della potente corrente oceanica, con la sua preziosa funzione regolatrice del clima?
Agli scienziati fornire le risposte, noi persone della strada non possiamo che domandarci ancora, per l'ennesima volta in che mani abbiamo messo il futuro nostro e del pianeta... e cosa resterà alle generazioni che verranno.
Cliccare sull'immagine per vederne l'ingradimento sul sito della NASA


Articoli correlati per categorie


10 riflessioni:

bondearte il 2 maggio 2010 19:03 ha detto...

Incredibile come gli esseri umani in grado di competere con le più recenti catastrofi naturali
e probabilmente può essere più distruttivo che l'ultimo terremoto nelle loro azioni.
Sentiamo tutti le conseguenze di questo incidente causato da distrazione umana.
Quello che penso è più grave in tutto questo è che probabilmente sarà presto fuoriuscita di petrolio in un'altra regione del pianeta.
PS:Rosy, Amica mia; mi spiace per la mia lingua italiana.:))))
bacione
Te voglio bene
Buona domenica
Paulo

rosy il 3 maggio 2010 00:02 ha detto...

Cara Rosalba, queste immagini sono angosciante e mille sono i pensieri che si fanno.Con la nostra superficialità stiamo rovinando l'unica nostra risorsa -La Nostra Madre Terra-. Veramente siamo già riusciti a sconvolgerla. La natura è forte, i deboli siamo noi e saremo noi a pagare, solo noi e quelli che verranno dopo di noi.
Credo, che forse sia arrivato il momento di fermarci e fare non un passettino indietro, ma parecchi, se vogliamo ridare ala nostra vita un corso migliore.Si dice che chi si ferma è perduto..nel nostro caso è l'incontrario.
Un bacione. e buonanotte e buon risveglio.Buona scuola e buona settimana Ciao.

rosy il 3 maggio 2010 17:07 ha detto...

Cara Rosalba mi ero ripromessa che il settimo commento l'avrei postato e cosi è toccato a te...
Grazie bacione

Rosalba il 3 maggio 2010 18:58 ha detto...

Paulo hai ragione, gli uomini sanno fare cose peggiori delle catastrofi naturali e ad esempio con i terremoti sanno dare una mano all'azione distruttiva della natura costruendo case poco sicure per risparmiare sui materiali e guadagnare di più.

Il tuo italiano è perfetto mio caro amcio.

Un bacio grande grande!

Rosalba il 3 maggio 2010 19:01 ha detto...

Rosy io sono sconvolta da ciò che succede nel golfo del Messico, non si intravede la fine della stupidità umana. Davvero siamo senza speranza mi sa...

Non avevo notato che il mio fosse il settimo commento. Ne sono felice!
Grazie un bacione!

Janas il 4 maggio 2010 00:00 ha detto...

Ci sto pensando e ripensando, da quando è successo...
tutto ruota attorno al petrolio, e grazie all'ultima goccia di petrolio, l'uomo si estinguerà. Ecco l'idea che mi son fatta.

Anonimo ha detto...

sono senza parole...

purtroppo non credo che gli esseri umani siano in grado di fare passi indietro... la sete di ricchezza è troppo forte in questo mondo... e non ci si rende conto che la vera ricchezza è, appunto, la nostra terra... rispetto alla popolazione mondiale siamo in pochi a pensarla così... le tragedie inteneriscono tutti, ma passata la notizia ci si dimentica di tutto e si continua come sempre, se non peggio... questo è il problema... non si è in grado di prendere veramente coscienza di certe cose che sarebbero fondamentali...

un saluto a tutti,

Elsa

Rosalba il 5 maggio 2010 15:19 ha detto...

Janas mi sento così impotente e così arrabbiata di fronte al disprezzo che mostrano i potenti, le multinazionali e gran parte dei politici!

Rosalba il 5 maggio 2010 15:29 ha detto...

Ciao Elsa i tuoi sentimenti ci accomunano e ci ferisce fortemente l'atteggiamento dei politici.
La terra non è nelle mani della moltitudine, in realtà il nostro destino è affidato a pochi uomini senza scrupoli.
Noi possiamo solo fare piccole azioni che a volte ci sembrano perfino inutili di fronte a tanta distruzione.

Grazie del gradito commento

Anonimo ha detto...

hai ragione Rosalba... sagge parole!

grazie a te! :)

Elsa

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie