di Maestra Rosalba

giovedì 22 luglio 2010

Laboratorio Didattico: Con La Testa Tra Le Nuvole! Cosa Sono Le Stelle, Idee, Ipotesi E Falsi Miti

E' risaputo che se tra noi e il cielo ci sono le nuvole, ben poco si può vedere  di ciò che sta lassù.  Ai  sognatori si dice spesso che hanno la testa tra le nuvole.
Tra stelle e sogni c'è un nesso forte.
Forse perchè chi insegue gli spazi siderali alla ricerca dell'origine dell'universo è un pochino anche sognatore o no?

Cosa sanno i bambini di stelle, pianeti e galassie?
Un progetto nasce anche dal desiderio di conoscere e sentire dalla loro voce cosa pensano di stelle, pianeti e company. Perchè nell'immaginario dei bambini piccoli ci sono idee, ipotesi e miti.
I miti che derivano anche da tanta letteratura (quella che fa sognare) ma non ti racconta cosa succede lassù. E le stelle le immaginano senza mai averle guardate davvero.

Insegnare attraverso le idee dei bambini
La didattica può essere leggera, inventiva... può seguire il filo dei discorsi dei bambini e non dice mai "non è così"... dice "potrebbe essere così, ci hai mai pensato?" 
Partendo dall'immaginario e immaginato, si affaccia con prudenza ad aprire mondi sconosciuti, che stanno tra il sogno, la fantasia e la scienza. Conduce alla scoperta, guida lo sguardo di chi si accinge a conoscere il mondo. Orienta. Stupisce, insegna e non corregge. Perchè le idee già formate nei bambini non sono errori, ma modi di immaginare.

Con la testa tra le nuvole! Cosa sono le stelle: idee, ipotesi e falsi miti
Questo è il racconto di un laboratorio di scienze con i bambini di prima di scuola Primaria, dove  si mescolano oltre agli altri ingredienti anche la meraviglia, il rigore e la stravaganza.

Meraviglia: quella dei bambini.
Rigore: cercare accostare le idee alla conoscenza scientifica.
Stravaganza: uscire dal seminato, aggirare i programmi e approdare ai saperi partendo dai sogni e l'immaginazione.

Il laboratorio è diventato un giornalino in numero unico, che per brevità racconta i passaggi salienti delle nostre scoperte; alle conclusioni siamo arrivati con gradualità attraverso il gioco e i materiali.
Buona lettura:

Cliccare sulla freccina a destra della prima pagina per sfogliare o  al centro per leggere comodamente a schermo intero.

La pista di lavoro
Quelle sotto sono le tappe per chi volesse ripercorrere l'esperienza (fortemente consigliata con tutti i bambini), ovviamente più sono grandi e più le spiegazioni saranno dettagliate.

- Cosa sono le stelle? Raccogliere le risposte dei bambini  e fornire una risposta.
- Perchè di giorno non vediamo le stelle? Raccogliere le risposte dei bambini e fornire una risposta.
- Cosa è il sole? E' anche lui una stella? Raccogliere le idee dei bambini.
- Rispondere alle due domande del punto 3.
- Eseguire il gioco del sistema solare per comprendere come la terra ruota su se stessa e contemporanemante intorno al sole.
- Disegnare i movimenti del sole e della terra (aiutandosi con le frecce).
- Come immaginate la vita sulla terra senza il sole?
- Vedere i filmati, le immagini che provengono dal telescopio Hubble, (è sufficiente salvare dal web sul pc filmati e foto amatoriali per scopo didattico).
- Rappresentare le immagini viste a video.
- Compito a casa: Osservare il cielo stellato.
- Disegnare il cielo stellato.
- Costruire uno spettroscopio e capire cosa serve.
- Utilizzare lo spettroscopio e rappresentare le osservazioni.

Si tratta ovviamente di un canovaccio di lavoro, modificabile e integrabile. L'obiettivo del laboratorio è porre domande, rispondere in maniera da soddisfare la curiosità dei bambini, aggiungere concetti nuovi e suscitare nuovi interrogativi che potranno anche restare aperti.


Articoli correlati per categorie


10 riflessioni:

a.vittoria@libero.it il 22 luglio 2010 21:13 ha detto...

Rosalba questo progetto è bello!...Un ottimo spunto per lavorare con i bambini...
ciao
Mariuccia

Anonimo ha detto...

Posso emozionarmi?
Nel leggere le risposte dei piccoli “astronomi”, ritrovo tutta la spontaneità e la curiosità con cui i bambini sono soliti affrontare “il mondo dei perché?”.

Laura P.

elisa il 23 luglio 2010 09:20 ha detto...

meraviglioso Rosalba!

rosy il 23 luglio 2010 10:09 ha detto...

Che bello! Brava! le risposte dei bambini sono fantastiche!
Che bel lavoro Rosalba, la vera passione non va mai in ferie
Ciao maestra e grazie
Bacioni.

Rosalba il 23 luglio 2010 10:48 ha detto...

Mariuccia è un esperienza da fare assolutamente

grazie

Rosalba il 23 luglio 2010 10:51 ha detto...

Laura carissima, è stato molto bello e davvero ci si ri-emoziona anche a ripercorrere ogni tappa del laboratorio.

Abbiamo condiviso dei bei momenti, e te ne sono grata.

Rosalba il 23 luglio 2010 10:51 ha detto...

Elisa grazie!

Rosalba il 23 luglio 2010 10:53 ha detto...

Rosy è stato un laboratorio bellissimo, divertente e spensierato.

So che ti sarebbe piaciuto molto anche a te.

Un bacione

rosy il 27 luglio 2010 00:12 ha detto...

Passo per un saluto
meno 4 giorni
Domenica partenzaaaaaaaaaaaaa
Imbarco a Civitavecchia alle
15.30 arrivo a golfo aranci intorno alle 21 se tutto va bene.
Buona notte!

CioccoMamma il 18 febbraio 2012 16:47 ha detto...

che bel lavoro

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie