di Maestra Rosalba

sabato 17 settembre 2011

Il testo poetico in classe quarta: Arrivederci fratello mare di Nazim Hikmet

Abbiamo aperto il sussidiario dei linguaggi e sfogliando le  prime pagine c'è questa bella poesia di Nazim Hikmet
ARRIVEDERCI FRATELLO MARE
Varna, 1951
 
Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti
arrivederci fratello mare
mi porto un po' della tua ghiaia
un po' del tuo sale azzurro
un po' della tua infinità
e un pochino della tua luce
e della tua infelicità.
Ci hai saputo dir molte cose
sul tuo destino di mare
eccoci con un po' più di speranza
eccoci con un po' più di saggezza
e ce ne andiamo come siamo venuti
arrivederci fratello mare.

Riprendiamo subito il ritmo con il ritorno all'analisi dei testi, cominciamo dal testo poetico: questo testo si presta a salutare le vacanze appena finite, traghetta le esperienze estive  in ricordi, le emozioni  ancora fresche e vitali accompagnano i nuovi incerti passi, insieme al senso di malinconia  per qualcosa che finisce, fino a trasformarsi in  rinnovata forza, la forza dell'intraprendere una nuova strada. 

Attività
Commentiamo assieme agli alunni, il malinconico saluto del poeta che percepisce il mare così grande, luminoso e infelice allo stesso tempo, forse proprio perchè qualcosa sta per concludersi. Per passare qualche riga dopo a trarre il meglio possibile dal contatto con il mare, che oltre a raccontare il proprio destino, lascia aperta la porta alla speranza, alla saggezza e al ritorno.

Parole adatte  al novo inizio che anche un anno scolastico rappresenta: la speranza di iniziare in modo diverso, rinnovato impegno e saggezza, il traguardo di questi anni di crescita, che nel passaggio lento dall'infanzia portano all'età della ragione, la consapevolezza che a noi, a differenza del mare, tocca un destino che possiamo scegliere, mentre il mare è lì apparentemente immobile ,noi possiamo agire e tracciare la strada del futuro.

Correlazioni con le discipline
A questa attività possiamo accostare arte e immagine e fare il disegno del mare: le vacanze appena trascorse, ma anche il mare infelice e immenso rappresentato dal poeta. 

Per completezza forniamo agli alunni qualche notizia biografica sull'autore:
Hikmet nacque a Salonicco nel 1902, l'antica Tessalonica, all'epoca facente parte dell' Impero Ottomano,  e che oggi appartiene alla Grecia.
Nazim Hikmet cominciò a diciassette anni a scrivere per una rivista ispirandosi ad altri poeti turchi.  Lavorò come insegnante e studiò sociologia a Mosca. Rientrò clandestinamente in Turchia nel 1928 e per questo motivo  venne condannato  e imprigionato. 
Dieci anni dopo nel 1938, fu nuovamente condannato a quasi trent'anni di prigione per le sue attività e idee politiche contro il nazismo, fu scarcerato nel 1950 anche grazie alle pressioni di alcuni artisti e letterati europei. Si sposò, ma nel 1951 fu costretto a tornare a Mosca senza la moglie e il figlio nato nel frattempo. Passò il suo esilio in  viaggio per tutta l'Europa. Morì nel 1963 per un infarto, il secondo dopo quello già subito in precedenza. E' ricordato per le accorate poesie d'amore che testimoniano anche le sue idee e il suo impegno politico e sociale. 

Download attività in pdf: il testo poetico in classe quarta.


Articoli correlati per categorie


2 riflessioni:

Chiara il 17 settembre 2011 22:07 ha detto...

Rosalba, poi mi spieghi come fai... oggi mentre preparavo il lavoro da proporre la prossima settimana, pensavo ad una poesia sull'inizio della scuola o sulla fine delle vacanze e mi chiedevo anche che tipo di lavoro proporre per immagine. Quando stasera ha iniziato a piovere (ahimè l'autunno arriva)ho deciso di dedicare la serata al web e guarda un po' dove casco... sulla tua poesia di N.Hikmet!
Che dire di più? grazie Rosalba!

Rosalba il 18 settembre 2011 11:16 ha detto...

Alcuni dei miei alunni hanno fatto disegni bellissimi su questa poesia, dove si percepisce bene il senso di vastità dle mare ma anche la solitudine e la fine dell'estate. Molto significativa anche per i bambini, non lo avrei creduto a dire il vero!
grazie a te :)

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie