di Maestra Rosalba

lunedì 18 maggio 2009

Italiano classe Prima: c'era o c'è?

Per spiegare agli alunni di Prima la differenza tra le paroline c'era e c'è abbiamo fatto oggi questo piccolo e grazioso dettato tratto da F. Bretzel, Tante letture, tante domande, che abbiamo tratto dal libro Grammatica in cartella della Juvenilia:
C'era una volta un paese di mare bianco e lucente....
C'erano le case basse dei pescatori,
le reti e le lampare nei barconi scuri.
C'era un porto nella baia riparata dal vento,
e nel porto, adesso, c'è un piccolo bastimento.

Poi come indicato abbiamo fatto sottolineare le parole c'era, c'è e c'erano. Il passo successivo è stato lavorare sul ragionamento: che differenza tra queste due parole? cosa vogliono dire?
I bambini si sono espressi dicendo che c'è è riferita al presente, c'era al passato. Abbiamo fatto esempi concreti, basandoci sulle cose presenti al momento e su quelle passate di ieri. Un alunno si è spinto oltre dicendo che c'era può essere riferito a qualcosa che c'era ma non si sa quando!
Ancora, come indicato, abbiamo rappresentato visivamente con un esercizio da completare, rappresentando alla lavagna e invitando ogni alunno a dividere la pagina in due parti, scrivendo le parole da utilizzare e il riferimento temporale, in questo modo come nell'immagine
La difficoltà, per i bambini è riuscire a utilizzare correttamente la pagina divisa in due parti, come se fosse un foglio, ma superato questo accorgimento, è utile il raffronto temporale tra le due parole, utilizzate con un contesto simile ma in momenti diversi. La forma comparativa è sempre utile, si apprende per differenza di utilizzo.


Articoli correlati per categorie


4 riflessioni:

bondearte il 20 maggio 2009 03:33 ha detto...

Vi è stato un porto nella baia riparata del vento,

e ora il porto, vi è una piccola nave

Che belle parole!
Bella musica per iniziare il tuo blog!
Buon lavoro
(Mi scusi se non riesco a scrivere correttamente in italiano.)
Ho imparato un po 'la lingua con la mia nonna

Rosy il 20 maggio 2009 10:07 ha detto...

Ciao Paulo, il brano di Bretzel è bellissimo. Il tuo italiano merita Ottimo. Brava tua nonna che te lo ha insegnato. Hai origini italiane?
La musica è un brano della colonna sono di Sette Anime (Seven Pounds) di Gabriele Muccino, con Will Smith.
Grazie per il bel commento.
Un saluto e a presto

bondearte il 20 maggio 2009 17:07 ha detto...

Rosy,
La mia origine è l'italiano.
VENETO era mia nonna e mio nonno di ROVIGO. Conoscenza?
Buon lavoro

Rosy il 20 maggio 2009 17:57 ha detto...

Si conosco il Veneto e Rovigo, Paulo. Bello ritrovare anche nei blog i figli o nipoti di coloro andati via da tanto tempo dall'Italia. Un caro saluto

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie