di Maestra Rosalba

mercoledì 8 luglio 2009

Un concorso in una bolla di sapone

Questo è il post numero 200 di Crescere Creativamente. Questo spazio è nato per i bambini con un occhio di riguardo per chi ormai adulto ha conservato dentro il bambino che era. Sembra una frase fatta ma non è così. In questi giorni più che ai contenuti scolastici ho rivolto il mio sguardo ai piccoli esperimenti scientifici e non, che si possono fare d'estate anche approfittando del bel tempo. Ho preparato diverse soluzioni per le bolle di sapone. Stamani sono venuti a trovarmi i miei nipoti e con loro abbiamo provato quanto fossero efficaci le mie soluzioni. Ad un tratto mio nipote ha detto "guarda zia come si diverte sembra una bambina". E' vero quando faccio queste cose, quando faccio le attività con gli alunni, quando cucino io mi diverto e riesco a dimenticare tutto il resto riaffiora in me quella spensieratezza dell'infanzia quando sei tutto concentrato a combinarne una!! Cosi mi immagino gli adulti-bambini: quelli che si stupiscono ancora di fronte ad una bolla di sapone.
Leggendo nei post estivi ho visto che fioriscono i giveaway, i contest e i concorsi vari: sono un modo creativo per festeggiare un traguardo del proprio blog; di solito si chiede un commento e un semplice post nel proprio blog, per necessità e non per volontà si finisce per escludere gli utenti che non possiedono un blog e che sono il maggior numero di visitatori. Il mio piccolo concorso per festeggiare il post numero 200 è aperto a tutti i lettori blogger e non; sarà sufficente lasciare un commento in calce a questo post. In palio ci sono naturalmente dei libri. C'è tempo fino a tutto agosto per partecipare. Il primo settembre avverrà l'estrazione, semplicemente numerando i commenti ne estrarrò uno a sorte con il programma specifico. Al vincitore comunicherò in un articolo nel blog l'avvenuta vincita, sarà sua cura inviarmi via mail l'indirizzo e riceverà a casa il premio.
Torniamo alle nostre bolle, io ho preparato tre tipi di soluzione:
- una con scaglie di sapone di marsiglia, acqua e zucchero,
- una con detersivo per i piatti, acqua e zucchero,
- una con detersivo per lavare a mano, acqua e zucchero.
Tra le tre la più efficace è stata la prima preparata come segue:
- quattro bicchieri di acqua calda, due o tre cucchiai di sapone, ho lasciato riposare per due giorni e ho aggiunto un cucchiaio di zucchero.
La ricetta migliore in assoluto è quella che soddisferà voi, potete regolarvi con piccole varianti nella quantità e sostituire lo zucchero con un cucchiaio di glicerina. Le bolle andrebbero fatte in giornate con assenza di vento e abbastanza umide. Per la gioia di grandi e piccini poi si possono fare quando viene la voglia.
Il divertimento è preparare anche gli arnesi per fare le bolle, con del fil di ferro e delle tronchesine, potete fare di diverse forme:



Per la forma della farfalla aiutatevi con un contenitore quadrato stringete il filo con le tronchesi e poi piegate all'interno, per la forma tonda stringete attorno ad un contenitore tondo.



Articoli correlati per categorie


7 riflessioni:

rosy il 9 luglio 2009 00:25 ha detto...

Auguri per i tuoi 200 posti,
con l'augurio di farne ancora tannnnnntttttiiiiiisssssiiiimmmmmi

Le bolle di sapone è un ottima idea come tutti i tuoi esperimenti..
le bolle mi piacciono tantissimo! hanno ragione i tuoi nipotini a dire che sei una bambina
Rosy, questo tuo blog è una meraviglia!
ha un ottimo odore profuma di scuola.
Un bacione grandissimo e tanti palloncini colorati per i tuoi 200 post.
Ciao!

Janas il 9 luglio 2009 00:37 ha detto...

Quanto mi piacciono! Quando ho lavorato in ospedale, come clown di corsia, i bambini ne andavano matti, riempivamo le stanze di bolle... e i corridoi... e gli infermieri!!! Che bello, che mi hai fatto ricordare!...
bacibaci

rosy il 9 luglio 2009 00:38 ha detto...

Dimenticavo il concorso...ma ci sto anche io?
Scherzo
Notte serena

Daniela il 9 luglio 2009 08:57 ha detto...

Io ho tre bambini e la più piccola - ha tre anni - adora le bolle di sapone.. di solito è un gioco che fa con la nonna, ma sono proprio curiosa di vedere cosa dirà quando le mostrerò la stella che ho preparato seguendo il tuo post! A proposito, perché lo zucchero?
Ciao, complimenti per i 200 post e per il blog!

Rosy il 9 luglio 2009 11:31 ha detto...

@Rosy grazie per l'entusiasmo che lascia intravedere la rosy bambina!
Naturalmente il tuo coomento partecipa al concorso oltrettutto è pure il primo della lista :-))bacini

@Janas bellissima questa cosa che racconti del clown di corsia... sai a volte dovrebbero venire anche nelle scuole tristi a dare allegria al sapere. Bacini

@Daniela benvenuta in questa che ormai diventa una piccola classe virtuale, dove spero che anche i tuoi bimbi troveranno qualche utile risorsa. Lo zucchero serve per renderle più resistenti, sostituibile con la glicerina o con la colla per la carta da parati o con il glucosio (quello della curva da carico per la glicemia).
Grazie pr i complimenti. A presto :-)

manu78 ha detto...

Grazie Rosy...ora deny può giocare con le sue adorate bolle senza farmi spendere per averle..lo zucchero?ecco perchè le mie bolle erano un disastro!!
A presto

Rosy il 11 luglio 2009 17:37 ha detto...

Salve Manu, anche per me lo zucchero nelle bolle è stata una sorpresa. Deny si divertirà anche a prepararle ne sono certa!
Un abbraccio

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie