di Maestra Rosalba

martedì 18 agosto 2009

Costruire timbri personalizzati

I timbrini si sa sono la passione dei bambini e non solo, spesso sono una vera e propria mania da collezione. Realizzarne qualcuno con i bambini significa come spesso ribadito in queste pagine offrire la possibilità di imparare a realizzare dei prodotti autonomamente. E comunque visti i tempi realizzarli in proprio significa abbattere i costi, anche se a dire il vero in giro si trova di tutto a prezzi ridotti, c'è da ricordate che la provenienza a volte nasconde insidie notevoli dal punto di vista della qualità dei materiali che poi finiscono nelle mani dei nostri bambini.
Un pezzo di adigraf dal quale si ottengono circa quattro timbrini costa circa un euro, se poi considerate che il supporto lo potete ricavare da tavolette di legno o tappi dei barattoli, la spesa è veramente contenuta. In commercio oltre l'adigraf, che richiede una bella fatica nella lavorazione, cioè lo scavo dei solchi per ottenere il disegno, è presente anche la crepla, fogli di gomma morbidi da ritagliare con le forbici.
Un negozio dove trovare questi materiali è ad esempio Lidl, che periodicamente propone delle buste a 4.9 euro, dove trovate un pò di tutto oltre a carta colorata, cartoncino ondulato, forbici sagomate, una serie di formine per scrapbooking e tanto altro.
Con queste formine e con semplici tappi di bottiglia e un pò di bostik ho realizzato questi timbrini:

timbro_cuore

Con il foglio intero è possibile disegnare delle sagome da ritagliare con le forbici, incollare su un supporto e ottenere tutte le forme che si vuole.
Con l'adigraf il discorso è più complesso, l'attività di scavo è piutosto pesante e lunga da realizzare, se si riesce si ottengono risultati notevoli. Se invece volete realizzare forme più semplici fate come ho fatto io, prendete le formine per dolci più piccine che avete, scaldatele su un fornello, con le pinze posatele sul foglio di adigraf, premete con uno strofinaccio umido e i timbrini sono belli e pronti! Scontornate con un taglierino e incollate su supporto come si vede nella foto in alto.

Sono timbrini che si adattano ai bambini più piccoli, potete preparare la base per intingerli con un pezzo di feltro imbevuto di inchiosto. Io l'ho provato con la carta riciclata, il risultato è buono se non si usa molto colore. Anche qui con l'esperienza, sia a casa che a scuola, si possono realizzare manufatti singolari e personalizzati.

Altri timbri in questi link:
timbrettopoli.blogspot.com
angolostefania.it
scarabocchiochescarabocchia.blogspot.com
homemademamma.wordpress.com



Articoli correlati per categorie


3 riflessioni:

Bietolina il 18 agosto 2009 16:10 ha detto...

belle idee sopratutto ora che si ha bisogno di risparmiare ;)

Scarabocchio il 18 agosto 2009 17:59 ha detto...

ooooh ma grazie della citazione! ^-^

Come ho scritto sul mio post voglio provare l'Adigraf: dove lo cerco per andare a colpo sicuro?
Brico o cartolerie?
Grazie per l'idea del tagliapasta riscaldato: semplifica almeno il lavoro della sagomatura esterna!

Rosalba il 19 agosto 2009 08:43 ha detto...

@Bietolina:
concordo, infatti sono tutte cosine che sto preparando per il rientro a scuola è un modo per far decorare le copertine dei quaderni ad esempio e mi permette di insegnare ai bambini a tenere i quaderni ordinati.

@Scarabocchio:
Adigraf in cartoleria a colpo sicuro, c'è anche un kit completo e costa circa 12 euro qua da noi (mi è sembrato un pò troppo).
In effetti dopo aver ricavato la forma, poi si può ulteriormente lavorare sul disegno interno. Con questo sistema la sagoma esterna è perfetta!

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie