di Maestra Rosalba

mercoledì 10 febbraio 2010

Attività didattica I nomi derivati

Nel programma di Italiano della seconda classe di scuola Primaria legati ai nomi alterati troviamo i nomi derivati.
Nella didattica possiamo scegliere oltre ai modi per far apprendere e comprendere i concetti, anche i tempi. Quando i concetti sono molti simili, in relazione anche all'età degli alunni, talvolta si preferisce lasciar passare del tempo tra un argomento e un altro.
A me piace complicarmi la vita e far lavorare alacremente il cervellino dei miei alunni e proprio per comprendere quanto abbiamo appena imparato, ci metto vicino proprio ciò che gli somiglia di più. Perchè? Perchè lavorare sulle differenze  significa focalizzare sui collegamenti, spiegare in maniera raffinata cosa accade in un caso e cosa in un altro. Costruirci sopra le ipotesi coi bambini e continuare i nostri ragionamenti sulla lingua. Capire perchè è fatta così coglierne le sfumature: associare, dissociare, unire, dividere, ipotizzare, scoprire, collegare.
Una cosa che cerco di mantenere sono gli schemi per la spiegazione. In questo cerco di non disorientarli perchè sono piccoli e  il metodo lo stanno costruendo.

Quello che segue è lo schema della procedura, nel file di download trovate entrambi: schema e esercizi.

Nomi alterati nomi derivati: un unica radice
Siamo ripartiti pertanto dalla radici dei nomi e abbiamo ricostruito uno schema, così:

Cosa sono i nomi derivati
Facciamo scrivere una definizione simile a questa:
Sono nomi derivati quei nomi, cui aggiungendo una parte diventano nomi nuovi con un altro significato.
Ora facciamo notare la differenza rispetto ai nomi alterati. Nel disegno dei nomi alterati avevamo quattro case con qualità diverse, in questo disegno abbiamo una radice comune, ma il nome diventa "altro dal nome stesso" si trasforma in un altro oggetto. In questo passaggio si cela la comprensione per similitudine e differenza. I bambini comprendendo questo passaggio hanno imboccato la strada per capire la tipologia dei due nomi.

Dal nome derivato al nome primitivo
Lavorando ancora sulla radice presentiamo subito un esercizio, nel file di download trovate anche gli altri,
ventilatore, ventaglio, ventata derivano dalla parola ----->  VENTO
Gli esercizi sono da eseguirsi collettivamente, il metodo è quello di spiegarli e far provare i bambini da soli, poi affinchè nessuno si senta lasciato solo, lavorare sulle risposte collettive.

Dal nome primitivo al nome derivato
Aiutandosi anche con il dizionario completare una tabella: cercare almeno due nomi derivati per ogni nome primitivo:
braccio -----> bracciale / abbracciare, evidenziando le radici anche quando stanno dentro al nome, facciamo notare questa particolarità.

Nome derivato o nome alterato
Completare la tabella a doppia entrata,
il fatto che i nomi sono alternati non è un errore. Serve a pensare a cosa stiamo facendo e far si che la compilazione non diventi meccanica. Quando si completa lo schema in classe, si concorda assieme quale nome è alterato e quale è derivato.
Ma arrivati a questo i bambini avranno davvero pochi dubbi...

Download attività didattica: I nomi derivati


Articoli correlati per categorie


2 riflessioni:

nicole c il 10 febbraio 2010 15:18 ha detto...

ciao Rosalba,e sempre un piacere leggere i tuoi articoli,sempre interesantissimi anche per noi genitori!!un abbraccio affetuoso!!

Rosalba il 10 febbraio 2010 22:31 ha detto...

Grazie cara Nicole, le tue visite mi fanno sempre piacere, anche io ti seguo sempre!!

Un abbraccio

 

Lettori fissi

Chi sono

Le mie foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2012 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Disclaimer e Licenze