di Maestra Rosalba

mercoledì 2 febbraio 2011

Un video per capire come avviene il processo di riciclaggio della carta

Già in un post di qualche tempo fa avevamo visto come fare la carta riciclata in casa, con un minimo di attrezzatura e qualche precauzione possiamo fare la stessa attività con i bambini. Certamente non otterremo dei fogli come nuovi, ma sicuramente il processo permetterà ai bambini di comprendere come avviene il riciclo della carta.
Possiamo cominciare spiegando quali sono le fasi principali della lavorazione della carta, una volta che viene consegnata tramite la raccolta differenziata, raccolta che ormai si effettua anche nelle scuole.

La selezione
La carta conferita viene selezionata e privata di tutto il materiale che non serve, le impurità: punti metallici, plastica. I materiali  selezionati e pressati in grandi balle, vengono consegnati alle cartiere per le successive lavorazioni.

Lo spappolamento
Nella cartiera la carta usata viene gettata in un apposito macchinario a forma di vasca piena d'acqua dove è spappolata e disfatta per permettere di separare fra loro le fibre. Sul fondo dalla vasca  delle pale rotanti provocano un potente moto vorticoso che riduce la carta in fibre elementari.
Si ottiene un prodotto che è chiamato "sospensione" perchè le fibre di cellulosa non sciogliendosi, rimangono sospese in acqua.

La purificazione e lo sbiancamento 
La pasta così ottenuta deve essere sottoposta ad alcuni trattamenti specifici finalizzati a eliminare tutti gli eventuali materiali estranei ancora presenti  come plastica, vetro, ferro, colle, paraffina, ecc. Questi materiali se lasciati influenzano la qualità del prodotto che si ottiene, più la carta è impura più il prodotto finito è scadente.
Per avere la carta bianca  si deve anche ricorrere anche a trattamenti chimici,  di eliminazione dell'inchiostro e dei coloranti presenti nei giornali e nella carta stampata in genere.

L'utilizzo
Una volta terminati tutti questi trattamenti, l'impasto così ottenuto viene utilizzato nelle fasi successive della lavorazione, per produrre carta, cartone e cartoncino. La parcentuale di riutilizzo è variabile: ci sono prodotti cartacei che sono al cento per cento fatti di carta riciclata e prodotti  parzialmente fabbricati con carta riciclata. Non tutti sanno invece che moltissimi prodotti  cartacei hanno una percentuale di carta riciclata non dichiarata, perchè l'aggiunta di cellulosa usata migliora il rendimento di quella nuova.

Il video che segue illustra le operazioni eseguite a livello industriale, fatte a scuola in maniera artigianale. Con un'attrezzatura minma che tutti abbiamo a casa,  è possibile spiegare il meccanismo ai bambini, non solo spettatori attenti ma anche validi collaboratori sia nell'esecuzione che nelle riprese video. Il processo chiaramente può essere illustrato anche ai bambini dell'ultimo anno di scuola Infanzia. Per la scuola Primaria le discipline coinvolte, solo per citarne alcune, sono scienze, tecnologia e storia. Importante l'inferenza che si può attivare con la chimica: l'osservazione come è evidente a video, della preparazione di una sospensione, sia nella fase dello spappolamento e in seguito durante la feltrazione, il momento in cui la cellulosa si separa dall'acqua.
Il riciclo della carta 100ambiente
Riciclaggio della carta wikipedia
Fabbricazione della carta wikipedia


Articoli correlati per categorie


10 riflessioni:

lella il 2 febbraio 2011 18:08 ha detto...

Mi emoziona vedere questi laboratori.
Li ho sempre fatti,anche questo specifico sulla carta,ma ormai per me appartengono solo al passato.
Quest'anno sto facendo fatica a portare la classe anche in aula informatica;non avendo più compresenze è veramente difficile gestire tutto il gruppo.
Abbi pazienza....i miei sono continui sfoghi,gridi di allarme per una scuola in cui ho sempre creduto e che stanno distruggendo giorno dopo giorno.
E le previsioni future non sono certo rosee.
Continua tu,finchè puoi:a me hanno tagliato la voglia di vivere:-(((
un abbraccio
Lella

Sybille il 4 febbraio 2011 08:00 ha detto...

Mi hai fatto ricordare il laboratorio di carta nella scuola montessoriana. È sul mio elenco "cose da proporre" per l'estate.
L'argomento si collega bene anche con l'attuale anno internazionale delle foreste, vero? :)
ciao e buon finesettimana

Rosalba il 5 febbraio 2011 07:42 ha detto...

Carissima Lella siamo tutti nella stessa situazione, già ti dissi che la mia fortuna è avere due classi una poco numerosa e l'altra con meno di venti alunni. Faccio tutto da sola, mi porto da casa il materiale, lavo le bacinelle, trasporto l'acqua, mi compro l'occorrente, non mi aiuta nessuno a parte i bambini.
Finchè posso cercherò di farlo per non arrendermi a tutto questo, sapendo che le cose sono destinate a peggiorare, e non mi stancherò mai di ripetere che questa scuola, la scuola come la conosciamo verrà smantellata. Sono pessimista ma tengo duro.
Perciò ti capisco e ti abbraccio

Rosalba il 5 febbraio 2011 07:45 ha detto...

Sybille grazie dell'informazione aggiuntiva, cerco ulteriori informazioni e integro il mio post :)
Buon fine di settimana anche a te!

rosy il 6 febbraio 2011 18:56 ha detto...

Rosalba, grazie.
Questo post è illuminante per me sul riciclo della carta.
Ma in casa personalmente non mi arrischio non ho abbastanza fiducia in me.

Buon inizio di settimana e scuola
Bacino

Rosalba il 8 febbraio 2011 20:08 ha detto...

Rosy in effetti ci vuole un pò di spazio, in realtà si crea un pò di trambusto. A scuola è stato divertente, con qualche faccia strana del personale :D

Un bacino

enrico il 23 febbraio 2011 11:41 ha detto...

Complimentui e beati i ragazzi che hanno il privilegio di averti come maestra1

Rosalba il 23 febbraio 2011 15:30 ha detto...

Enrico grazie, per me è un onore stare con loro è una classe di bambini tranquilli, ne vado fiera!

chicchina il 23 febbraio 2011 17:37 ha detto...

Rosalba,arrivo anch'io per direla mia.Bella l'idea,anche perchè un bambino che sa,che conosce, si spera diventi un'adulto consapevole.Altro è parlare di raccolta dfifferenziala,altro è VEDERE il percorso dei materiali ed il loro riutilizzo.Io uso il procedimento 'fai da te'così ben spiegato per i bambini,per crearmi delle carte speciali un po pasticciate ma di effetto garantito. Ciao,Mariarita,sei un punto di riferimento.

Rosalba il 24 febbraio 2011 15:00 ha detto...

Ciao Chicchina, se si riesce a pressare bene i nuovi fogli di carta, si possono ottenere dei fogli di pregio per molti utilizzi.

Grazie e a presto!

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie