di Maestra Rosalba

domenica 6 marzo 2011

Filastrocca di Carnevale, a due mani

Insieme all'amica e collega Giovanna T. su feisbuc, ma lei lavora qui, dove nascono anche cose buone e mica solo cose fatte tanto per fare, abbiam scritto (o meglio lei l'ha scritta poi m'ha chiesto  una mano e allora abbiamo unito alcuni versi) questa filastrocca di carnevale, che oltre a ricordare le varie maschere su e giù per la nostra Penisola, ha intendimento e ispirazione  tutto unitario.
Ecco a noi c'è sembrato che si può anche sorridere di tutto quello che si dice e predica in giro a proposito di quello che siamo o non siamo. Ora dopo 150 anni (e già pare ieri alla fine) e dopo che i sommi poeti assai prima, han celebrato, auspicato e cantato il comune sentire, la comune appartenenza, le comuni radici, ci si sveglia a dire che ci siamo sbagliati.
Ma tant'è le parole vanno via col vento e a noi rimangono i fatti e gli scritti. E dentro ci rimane quello che ci han sempre insegnato e che ci piace ricordare anche in questa filastrocca.
Giovanna ha usato la filastrocca per il carnevale nella sua scuola e io la metto qui perchè a chi volesse sia dato di celebrare allegramente con le maschere della Commedia dell'arte. Da Sud a Nord e da Nord a Sud (isole comprese).

Filastrocca di Carnevale
Cari ragazzi attenzione attenzione
siam le maschere della tradizione

Dalla Lucania vien Campanaccio
Con l’allegria sotto braccio.
E' Pugliese  Farinella
Colorata ed assai snella.
Col suo bel quartin di vino
Vien da Roma Rugantino.
C'è Florinda, dalla Toscana,
col suo sorriso toccasana!
Arriva l’allegra Colombina
furba servetta veneziana.
Peppe Nappa è siciliano
giunge in cucina piano piano.
Dalla Campania vien Tartaglia
canta il sol e  mai si sbaglia,
con Giacometta, la torinese,
a dire il ver è assai cortese!

Lieti e concordi fanno una danza
il girotondo della speranza,
vengon da luoghi tanto lontani,
ma son fratelli, sono italiani.
(Giovanna e Rosalba)


Articoli correlati per categorie


2 riflessioni:

elisa il 8 marzo 2011 12:58 ha detto...

non vedo l'ora che i miei alunni sappiano inventare da soli raccontini e filastrocche io lo facevo fare ai mei alunni che a più mani hanno inventato racconti e filastrocche
..adoro questo tipo di lavoro a più mani..
complimenti a te e a giovanna

Rosalba il 12 marzo 2011 16:10 ha detto...

Merito di Giovanna l'ispiratrice vera è lei, il risultato è divertente e più che altro utile in questo momento storico :)

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie