di Maestra Rosalba

giovedì 30 luglio 2009

Organizzare il primo giorno di scuola

Di seguito qualche idea per organizzare l'accoglienza dei nuovi arrivati sia alla scuola dell'Infanzia che nella scuola Primaria.

I cartelloni per l'accoglienza
Intanto la cosa che si può fare con poco impiego di tempo è un bel cartellone accoglienza: qui il cartellone di Bentornati e qui il cartellone di Benvenuti; sono solo da stampare su cartoncino bianco e se si vuole da ritagliare, altrimenti sono molto carini così.

I palloncini personalizzati con i cartellini
I classici palloncini vanno bene e li potete personalizzare con il nome di ogni bambino nuovo arrivato. Sui banchi potete far trovare un foglio bianco, dei colori e un cartellino personalizzato con il nome, qui potete scaricare il mio modello al quale è suffciente sostituire il nome e la classe, o utilizzare quello più piccolo con solo il nome.
Anteprima della scritta Benvenuti:


Come organizzare l'arrivo dei bambini.
Il primissimo incontro: farne partecipi i genitori
Per i bambini di prima solo per il primo giorno, è bene farli arrivare mezz'ora dopo i loro compagni delle classi successive.
Si può organizzare una sorta di accoglienza con gli alunni più grandi che accompagnano i bambini piccoli in aula. Oppure ogni genitore accompagna il proprio bambino in aula, io propendo per la seconda ipotesi, fatto questo faccio un piccolo discorso di benvenuto esplicitando le mie aspettative ed eventualmente chiedendo ai genitori che volessero, di farlo pure loro.
Prima far  andare via i genitori è bene dare qualche indicazione chiara sull'organizzazione, se non si è fatto in altre riunioni preliminari. La cosa deve durare al massimo mezz'ora poi i genitori è bene che lascino i loro piccoli.

Organizzare un gioco per le presentazioni
Se tutto fila liscio e non ci sono pianti (è normale che qualche bambino si commuova), a quel punto si può organizzare un gioco di presentazione e procedere con un' attività iniziale.
Si può leggere una semplice filastrocca e da li partire per scrivere alla lavagna una brevissima frase da copiare in stampato maiuscolo e fare un disegno.

Cosa è essenziale
E' essenziale che gli alunni non rientrino a casa senza scrivere, ne rimangono delusi e feriti. Un alunno di prima classe deve per forza scrivere qualcosa. Sono noti i casi di alunni che avendo passato la mattina con una festa di accoglienza, hanno risposto a casa alla classica domanda "Cosa hai fatto di bello?" "Nulla, non ci hanno fatto scrivere!" Salvo che le maestre si sono ammazzate per farli divertire, ma il fatto di non aver corrisposto un' aspettativa li ha delusi. Organizzare nei dettagli significa non lasciare nulla al caso e far si che ogni bambino torni a casa carico di cose da raccontare e più di tutto felice della nuova esperienza.


Articoli correlati per categorie


8 riflessioni:

rosy il 30 luglio 2009 16:07 ha detto...

Che bello...il primo giorno di scuola, importante, per i bambini per i genitori e per voi insegnanti.
I palloncini mettono allegria con il loro colori e con loro si va sul sicuro...
Un bacione e buona organizzazione.

Rosalba il 30 luglio 2009 19:43 ha detto...

E' vero è un momento magico il primo giorno di scuola e l'allegria è il migliore ingrediente di un accoglienza riuscita. Un bacione

lella il 31 luglio 2009 18:23 ha detto...

vedo ke anke tu inizi a pensare ai primi giorni.
Ank'io sono in cerca di idee ,ma avrò una quinta e quindi ho bisogno di qualcosa di + congeniale alla loro età.
Ma tu ke classe avrai?
Cmq si vede.......quando si lavora con passione ,anke le vacanze tornano utili x preparare materiali.
buon tutto
Lella

Rosalba il 1 agosto 2009 17:34 ha detto...

Ciao Lella, io mi metto avanti con il lavoro, preferisco avere chiara l'organizzazione fin dall'inizio. Scrivere nel blog mi aiuta a pensare possibili cose da fare. Devo pensare a qualcosa per i più grandi. Io avrò la seconda. Ma ho perso delle ore in quinta e nel mio plesso ci sono ore in esubero. Quindi credo che mi ritroverò l'orario spezzato tra due plessi.
Un bacione

lella il 2 agosto 2009 16:45 ha detto...

nn capisco come siete strutturati.
Allora nn hai una sola classe?
Io ne ho una ed in + insegno inglese sulle 2 classi parallele,stop.
E il tuo lavoro come è organizzato?
Lella

Rosalba il 2 agosto 2009 17:47 ha detto...

Ciao Lella ti spiego, io faccio parte di un modulo in verticale, nella classe prima avevo e credo che avrò 14 ore, le restanti ore le facevo nella classe quinta che ha appena terminato. Ora nel mio plesso risultano un numero eccessivo di compresenze, considerato che abbiamo 4 plessi di scuola primaria, dovrò (essendo l'ultima in graduatoria) andare a completare il mio orario in un plesso dove le ore non sono sufficenti a causa dei pensionamenti, che sono stati 5 e non ripristinati con nuovi ingressi a causa dei tagli.
Chissà se sono riuscita a spiegarmi :-P è un pò complesso
Rosy

elisa il 7 settembre 2010 08:49 ha detto...

buon anno rosy..avrò due prime e insegnerò italiano arte e informatica ...mi preparo la mente e poi cerco di organizzare qualcosa per l'accolgienza ..c'è una commissione che decide su come accogliere i bambini ..ma sicuramente con le colleghe del modulo ..apporteremo dei correttivi ...non mi piacciono le accoglienze in pompa magna ..MA SEMPLICI ...il nostro abbraccio sarà molto più efficace di tante bandierine ...io la penso così...grazi eper i consigli ...
un caro saluto e buon inizio d'anno

mammozza il 4 settembre 2012 11:31 ha detto...

Da mamma, so già che il primo giorno di scuola mi commuoverò, forse sarebbe meglio che non lo accompagnassi in classe... Il mio bimbo mi sembra tanto tranquillo che non vorrei condizinarlo.

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie