di Maestra Rosalba

giovedì 15 ottobre 2009

Blog Action Day 2009: cambiamenti climatici

Crescere Creativamente c'è nella convinzione che l'educazione e l'istruzione sono strettamente correlate al destino del pianeta terra.

Se la terra non la salveranno i bambini chi altro lo farà?



 Ne parla anche Francesco Gavello - Blog


Articoli correlati per categorie


8 riflessioni:

stella il 15 ottobre 2009 18:12 ha detto...

Cara Rosalba, i bambini sono come carte assorbenti...
Se la famiglia non distrugge ciò che l'insegnante costruisce, i risultati sono buoni sotto ogni punto di vista.

lella il 15 ottobre 2009 23:03 ha detto...

oh carissima,da due anni affrontiamo seriamente questo problema in classe.
Spero di aver ben seminato;i risultati li percepisco,ma spero tanto che le famiglie collaborino x consolidare tutto ciò ke è stato fatto e che i miei pupetti facciano tesoro degli insegnamenti ricevuti anke da grandi.
kiss
Lella

rosy il 16 ottobre 2009 11:38 ha detto...

Non credo che una famiglia distrugga il lavoro dell'insegnante, se la famiglia è "sana" il bambino arriverà a scuola con buone radici e voi insegnanti siete i "giardinieri"
di queste piccole anime, con il vostro aiuto, ogni piccola anima diventerà un roseto.
L'impegno tra genitori è insegnanti è fontamentale...sotto ogni punto di vista...

Se la famiglia non collobara, allora, il problema, diventa grande veramente...se fossi stata insegnante io...
una tantum, avrei invitati i genitori a sedere nel banchetto accanto ai figli e forse i genitori distratti si sarebbero fatti più accorti.

Il futoro sta nelle mani di ogni singolo bambino, ma le fontamenta per questo loro futuro, siamo noi gli adulti...nessuno esluso.

Per questo, siamo chiamati in causa direttamente.
Ricordo che da bambina, se un adulto ci rimproverava, abbassavamo la testa e ci vergognavamo, anche se l'adulto era un estraneo....
un grande ricordo questo che mi fa pensare che nella loro semplicità antica, ogni adulto si sentiva responsabile di un piccolo.

Piccole cose antiche, che hanno formato un esercito di uomini e di donne che hanno saputo camminare nella vita.

Per formare è "riformare" noi dovremmo prendere esempio dal passato, quando esisteva la vergogna...oggi anche questa è nascosta dietro a falsi concetti e ridicole parole di libertà...
Bacioni

Rosalba il 16 ottobre 2009 17:38 ha detto...

Per Stella, diciamo che a volte scuola e famiglia pur perseguendo obiettivi comuni hanno metodologie diverse, anche diversi modi di concepire i problemi e perfino priorità differenti... questo comporta disomogeneità negli esiti.

Rosalba il 16 ottobre 2009 17:39 ha detto...

Lella è appunto come rispondevo a stella e forse abbiamo anche pochi spazi di confronto su questo, non so fino a che punto non voluto.

kiss

Rosalba il 16 ottobre 2009 17:50 ha detto...

Rosy discutevo di questo anche con altre colleghe, presso le famiglie non abbiamo più il seguito che descrivi tu, altre "agenzie" (la tv ad esempio) riescono spesso a essere più convincenti e accattivanti di quanto non lo siano i contenuti proposti dalla scuola. Spesso in famiglia si discute poco e a volte con cattiva informazione accontentandoci di dire che è vero solo perchè lo ha detto la tv.
La tv è la vera cattiva maestra, ma piace perchè non sgrida, perchè non da regole, fornisce contenuti facili e immediati, pur con il suo grande "straparlare" paradossalmente crea sacche paurose di ignoranza. Il fruitore migliore è colui che non si accontenta che scava e approfondisce. Ma i bambini non conquistano questa abitudine se gli confenzioniamo il sapere pronto e non li abituiamo a domandarsi se una cosa è vera o se è meglio verificare. Questo vale anche per la salvaguardia dell'ambiente. Non basta dire io sto attento, siamo alla fase in cui occorre studiare e pensare atteggiamenti e soluzioni nuove. Come adulti siamo chiamati in causa, ma le generazioni che hanno fallito non possono coincidere con quelle che salveranno il pianeta ecco perchè dico che spero nei bambini.

Un abbraccio

elisa il 17 ottobre 2009 15:48 ha detto...

i bamibni imparano se hanno esempi concreti di comportamneti corretti..certo noi docenti lavoriamo tanto su questo aspetto..ma mi chiedo se poi ,di fronte e tanto disastro causato dagli adulti quanto i bambini futuri adulti sapranno far memoria ...il degrado della nostra terra è troppo,
però non ci arrendiamo e ogni occasione è buona per dirottare l'attenzione verso la nostra Terra che è malata..
un caro saluto e buon fine settimana

Rosalba il 17 ottobre 2009 17:40 ha detto...

Vero Elisa a volte i fatti sono talmente enormi che è difficile spiegare ad un bambino il perchè di tanta incuria e di tanto spreco di risorse al mondo. Le parole non bastano se non sono seguite da comportamenti.

Buon fine settimana

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie