di Maestra Rosalba

giovedì 26 novembre 2009

Attività: Gli articoli determinativi e indeterminativi

Nella classe seconda di scuola Primaria si inizia una analisi più puntuale della frase e delle sue parti. Gli articoli sono quelle particelle all'interno del discorso che accompagnano il nome definendone il genere maschile o femminile e la quantità uno o tanti. Principalmente li distinguiamo in articoli determinativi e articoli indeterminativi, i primi determinano cioè definiscono a cosa o chi ci si riferisce, i secondi indicano spesso una categoria o un nome a caso, uno fra i tanti. Ad esempio la frase "Devo chiamare l'avvocato" presume che io ne conosca già uno e probabilmente ho già instaurato un rapporto con lui; la frase "Devo chiamare un avvocato" con ogni probabilità indica che ne devo cercare uno tra tanti, che ancora so chi sia. Pertanto nel primo caso l'articolo è determinativo si riferisce ad un avvocato in particolare. Nel secondo caso si riferisce ad un qualsiasi avvocato.
Ho predisposto una scheda con le attività per queste due categorie di articoli: andrebbero svolte sul quaderno con il consueto coinvolgimento del bambini in maniera ragionata, non una semplice indicazione di come si usano gli articoli ma un lavoro di scoperta da parte dei bambini, anche andando per prove ed errori. Scrivendo alla lavagna è bene accostare ogni articolo alla parola e sentirne la musicalità, questo soprattutto se sono presenti alunni stranieri, aiutarli con il suono a individuare quale articolo è giusto ai fini della concordanza di genere e di numero. Le tabelle degli esercizi è bene farle realizzare ai bambini, in modo da spiegare l'utilizzo di una tabella a doppia entrata, Per gli articoli indeterminativi l'esercizio prevede la formazione di un insieme per ogni articolo, sempre da far costruire al bambino.
Va ricordato che l'articolo determinativo l' si usa sia per i nomi femminili che maschili,  che gli articoli indeterminativi un, uno, una e un' non hanno la forma plurale e che un' apostrofato è solo per i nomi femminili che iniziano con la vocale o con la lettera acca.



Articoli correlati per categorie


4 riflessioni:

rosy il 26 novembre 2009 18:00 ha detto...

Ho letto..mi è piaciuto tanto e tu sai anche perchè...
Avere insegnanti brave è davvero una fortuna per i ragazzi.
Un bacione
PS ho visitato anche il blog delle ricette, devo dire che sei brava in tutto.

Rosalba il 26 novembre 2009 18:44 ha detto...

Si lo so rosy e tu sei sempre la migliore scolara che un insegnante può avere
Un bacione forte

stella il 26 novembre 2009 21:57 ha detto...

Rosalba quanti adulti laureati apostrofano un davanti a un nome maschile...ci sto proprio male!

Pertanto insisti, insisti su questo concetto.

Rosalba il 26 novembre 2009 22:24 ha detto...

Si succede a tantissimi, la grammatica non piace molto. Credo che dovremo insegnarla in maniera più divertente e facendo in modo che un bambino capisca cosa serve. Imparata a memoria è inutile

 

Lettori fissi

Chi sono

La mia foto
"Si impara scambiando conoscenza"

Crescere Creativamente: per bambini e non solo Copyright © 2009/2015 Gadget Blog is Designed by Ipietoon Sponsored by Online Business Journal

Questo blog è visibile in maniera ottimale con IE7 - IE8 - Firefox

Privacy Policy and Privacy e Cookie